lunedì 26 marzo 2018

La cosa che conta:Non come ma dove andare!


               

Di viaggi ne ho fatti molti, per un motivo o per un altro belli tutti, alcuni più comodi altri un po' meno, alcuni divertenti altri alquanto stressanti o addirittura preoccupanti ma insomma la cosa importante è arrivare alla meta sani e salvi!
Esistono diversi mezzi per poter raggiungere e girare il mondo, sicuramente il mezzo più comodo come penserà la maggior parte della gente è  l'aereo ,forse lo è perché in poco tempo riesce a trasportati da un posto ad un altro ma sicuramente non è comodo per quanto riguarda le procedure prima di salire sul mezzo poiché non appena si arriva in aereoporto avvengono una serie di controlli  per motivi di sicurezza alquanto stancanti ,file immense,  sbattimenti assurdi e preoccupazioni fastidiose nel caso in cui non riesci a trovare il gate giusto e magari sbagliando prendi l'aereo per le Maldive, scherzi a parte potresti rimanere in aeroporto e non partire completamente o non conoscere le lingue e rimanere bloccato ore ed ore ad aspettare un italiano,nel nostro caso,  che passi e magari ti dica <Buon giorno vado in macchina,se vuole posso accompagnarla>, diciamo che per viaggiare in aereo devi avere una solida attenzione sino alla destinazione raggiunta.Un mezzo con costi più economici e accessibili è certamente il treno, il mezzo che permette di entrare nel cuore e nella cultura della città, di esplorare tutto ciò che viene prima della meta, di viaggiare con lentezza e di osservare il paesaggio che scorre fuori dal finestrino e i cambiamenti di quest ultimo . A mio parere un mezzo molto accogliente e rilassante anche se non  ideale per chi ha appuntamenti improrogabili, ma eccezzionale per chi viaggia senza vincoli di orari.
Nonostante tutto ciò che conta è dove andare e non come arrivarci!

domenica 25 marzo 2018

Il Belgio

                 

Se viaggiare è un'esperienza meravigliosa, lo è ancora di più viaggiare per recarsi in una città apprezzata in partenza. Come lo è stato per me il Belgio, nazione dell'Unione Europea e dell'Organizzazione del Trattato dell'Atlantico.  Il ventisette Dicembre ho avuto la possibilità di poter visitare Bruxelles, la capitale del Belgio, un luogo molto accogliente con edifici in stile Art Nouveau e con altri monumenti e luoghi d'interesse come ad esempio l'incantevole e maestosa Gran Place, ovvero la piazza storica circondata dalle case delle corporazioni, dal Municipio,chiamato Hôtel de Ville in stile gotico brabantino caratterizzato al vertice dalla statua di San Michele Arcangelo, il santo patrono di Bruxelles e infine dalla Maison du Roi, un edificio destinato alle cariche amministrative del duca Brabante. Si tratta di una delle piazza  da far invidia alle migliori città,un luogo di ritrovo per i giovani che sorseggiando dal boccale di una birra godono beati il panorama. Un altro edificio sicuramente da non trascurare se doveste andare a Bruxelles si trova nel Parco Heysel, si tratta dell'Atomium, un cristallo di ferro alto circa 105 metri, costituito da nove sfere che ospitano nostre, in cui nella sfera più alta hanno realizzato un bellissimo ristorante dal quale è possibile visionare la veduta. Ho anche avuto la fortuna di poter dormire in una casa ad Etterbeek a circa venti metri da un altro imperdibile luogo, il Parco Cinquantenario, in francese Parc du Cinquantenaire, situato nella parte orientale e caratterizzato al centro dall'arco di trionfo, simbolo dell'economia belga, mentre la parte più bassa è costituita dal tempio delle Passioni Umane e dalla Moschea. . Oltre ai pazzeschi edifici da visitare cercate di non perdervi il buonissimo cibo e le buonissime birre che la città riserva, molto probabilmente,  vi confonderete a causa di tantissimi ristoranti con vetrate dalla quale si intravede la prelibatezza dei piatti, ma non preoccupatevi,  nella confusione cercate di provarli tutti!  


Visitare il comune del Belgio in un periodo festivo come Natale con un'atmosfera rilassante ma allo stesso modo ricca di gente e ascoltare le diverse lingue è stato veramente piacevole.  Certamente un viaggio da rifare per poter fare godere i miei occhi da tutto ciò che il Belgio ci fornisce .

Perché viaggiare?


                           
                                

Una parola mille fantasie!
Ci sono tanti motivi per poter essere felici,uno tra questi è viaggiare. Viaggiare non significa soltanto allontanarsi dalla propria dimora, significa conoscere il mondo e le usanze, significa liberare la mente dai mille dilemmi, raggiungere qualcuno che ami o a cui vuoi bene e da cui per vari motivi si è costretti a stare lontani. Viaggiare significa sognare e sognare significa riempire il cuore pieno di gioia e la mente piena di cultura. Fortunatamente esistono i mezzi di trasporto che riescono ad esaudire i nostri desideri e i nostri sogni. Quando compi un viaggio torni diverso perché lo vivi molte volte: quando lo immagini, quando lo vivi e quando lo ricordi. Il viaggio riesce a suscitare tantissime emozioni e sensazioni, l'ansia prima di partire, la voglia di continuare ad esplorare ,la sofferenza nel ritornare e la nostalgia del ricordo.  Viaggiare migliora la vita, prendete ciò che è necessario e viaggiate. Perdetevi nelle meraviglie del mondo.

Capitale dei party esotici

                                                              A Bangkok, la capitale della Thailandia non mancano sicuramente occasioni...