domenica 19 maggio 2019

Voglia di mare🌊

Dopo un lungo e pieno inverno la voglia dell’estate , del mare , del sole , dei capelli schiariti , degli shorts , delle mezze maniche e delle gonne grida alle mie orecchie in maniera costante. Per questo voglio raccontarvi la mia esperienza a Lampedusa l’estate 2018. Avevo bisogno di distaccarmi dagli stessi ambienti che vedo ogni giorno nella mia città , quale miglior posto se non il mare ? L’odore della spiaggia mi trasmette una serenità tale da avermi fatto rimanere il sorriso per il resto dell’estate al solo pensiero. Li di certo le spiagge non mancano , ogni giorno l’ho trascorso in una spiaggia diversa,la più bella e la più grande sicuramente L’isola dei Conigli , in cui l’acqua del mare sembra essere trasparente e per questo si ha la possibilità di ammirare tantissimi pesci attorno le gambe.   Poi sono stata a Cala Croce ,molto piccola situata tra due lidi , leggermente lontana dal centro di Lampedusa e senza spiaggia con solo scogli,per questo sconsigliata alle famiglia con bambini molto piccoli. Cala Creta molto bella e non lontana , come l’isola dei Conigli con tantissima gente. Un’altra isolette molto bella è stata la spiaggia Guitgia talmente affollata da non trovare posto dove piantare l’ombrellone che ti affittano loro su, questa spiaggia è molto sconsigliata per le persone anziane o con disabilità perché prima di arrivare in spiaggia è preceduta in una lunga discesa che al ritorno si trasformerà in salita. Infine per completare il viaggio abbiamo deciso di fare un giro di tutte le spiagge in pieno pare con una grande barca abbellita come la nave dei pirati. Abbiamo pranzato e ballato  e ci siamo divertiti moltissimo


Anversa

Della cittadina Belga oltre Bruxelles non avevo mai visitato altre città , per questo ho deciso che ogni qual volta che andrò in Belgio visiterò qualcuno dei sui posti magnifici in stile fiammingo. Per questo motivo questa volta ho deciso di andare ad Anversa.

È una città di 506.922 abitanti del Belgio settentrionale, la più importante nella regione delle Fiandre, una delle tre regioni dello Stato, e il capoluogo della provincia omonima. La leggenda dell'origine del nome è ripresa da una specialità locale, dei cioccolatini chiamati Antwerpse Handjes, "manine di Anversa".Questa città è ricca di l'influenza Portoghese.
Ho visitato la cattedrale di Nostra Signora che sarebbe il principale luogo di culto cattolico della città fiamminga di Anversa, in Belgio. Abbiamo preso un trenino che ci ha portati nelle zone più esterne e lontane di Anversa e siamo riusciti a vedere il Museum aan de Stroom che in olandese sta per "Museo al fiume”è un museo situato lungo il fiume Schelda, nel quartiere Eilandje di Anversa, in Belgio. È stato aperto al pubblico nel maggio 2011 ed è il più grande museo della città facciata realizzato in pietra arenaria rossa indiana e con pannelli in vetro curvi, dedicato a Napoleone.



                 
   


Dato l’amore è soprattutto il rispetto che ho per gli animali mi ha colpito moltissimo la spettacolare scultura di Nello e Patrasche, che si trova proprio di fronte alla Cattedrale. Rappresenta un ragazzo e il suo cane avvolti dalla pavimentazione della piazza, come se fosse una coperta. Il protagonista è Nello, un orfano che diventa amico di Patrasche, un cane abbandonato. I due camminano insieme in città tutti i giorni e spesso visitano la cattedrale, dove Nello ammira i dipinti di Rubens.


                       

sabato 18 maggio 2019

PRAGA

PRAGA
Oggi la mia mente vaga verso una meta che farò a breve: Praga, la città d’oro. Avendo sentito una mia amica raccontare del suo viaggio ho potuto capire quanto affascinante sia la città, con i suoi colori, la sua immensa piazza Staroměstské náměstí o piazza dell’orologio che con il suo campanile scocca le campane ad ogni ora, e a sentir parlare del trdelník mi è venuta l’acquolina in bocca.
Certamente molto suggestivo è il quartiere ebraico, un intero complesso in cui possiamo trovare anche il vecchio cimitero dove sono riposti migliaia di corpi morti, e disegni di bambini che ritraevano i loro pensieri prima che venissero rinchiusi nei campi di concentramento; tra l’altro a circa un’ora dalla città si trova il campo di deportazione di Terezin. Al di là di questa angoscia ci si sente veramente in un’altra epoca quando si entra nel castello, residenza del presidente della Repubblica Ceca e vasto ben 70.000 metri quadri. All’interno di questo si trovano: la Cattedrale di San Vito, il Convento di San Giorgio, la basilica di San Giorgio, il Palazzo Reale, il Vicolo d’Oro, la Pinacoteca. Da fare assolutamente è un giro sul battello che gironzola lungo il fiume Moldava, sopra al quale potrete godere di un momento di relax e riposo per i vostri piedi stanchi a causa della strada fatta. Non si può non fare un salto al muro di John Lennon, dove si può scrivere e disegnare ciò che si vuole e dare sfogo alla creatività. Ancora più affascinante è il Ponte Carlo, si narra che di notte quando artisti e turisti vanno via le statue su di esso prendano vita. Insomma una città davvero magica sia di giorno che di sera. Non manca certo il divertimento notturno nelle famose discoteche della città: il Duplex e il Karlovy. Per quanto riguarda il cibo, nulla è paragonabile alla cucina siciliana, ma da provare ci sono: il prosciutto praghese, il trdelník, le salsicce e cosa più importante la birra. Se state per fare un viaggio nella capitale della Repubblica Ceca ricordatevi che lì si usano le corone e di stare attenti ai truffatori.
Spero che io vi abbia convinti a visitarla, non mi resta altro che augurarmi un buon viaggio verso l’incantevole Praga.


                                     

sabato 13 aprile 2019

La città immersa nella natura:VERSAILLES

Viaggiare non è del tutto una cosa semplice, bisogna avere molta attenzione ed essere molto prudenti.
Quando arrivi a destinazione la spavento preso durante la partenza si dimentica , soprattutto se all’arrivo ti aspetta la visione di una straordinaria natura. Sto parlando di Versailles, città visitata ma soprattutto vissuta nel modo  più intenso. La reggia di Versailles è circondata da una vastità di natura che a guardarla sembra di essere Leopardi mentre descrive il suo Infinito o D’annunzio mentre guarda calare il sole ed emergere la luna.  Ãˆ un'antica residenza reale dei Borbone di Francia situata nella cittadina di Versailles, nel dipartimento delle Yvelines,  a ovest di Parigi.




La reggia nacque per volere di Luigi XIV per allontanarsi dalla capitale e dai suoi cittadini, considerati difficili da tenere sotto controllo, è costituita da vent’otto fontane e da varie statuette che raffigurano i personaggi più importanti di quella città. Ogni Fontana è diversa ed esprime un qualcosa ma soprattutto ogni una di queste ha una sua storia.  
   
             
                                                 

mercoledì 3 aprile 2019

La ville de l'amour




                           


Quale miglior posto visitare il giorno di San Valentino se non Parigi?
Ci saranno certamente tanti pareri contrastanti su questo giorno ma sono certa che pochi saranno i pensieri negativi e tanti quelli positivi , soprattutto saranno molto entusiasti gli innamorati , coloro che hanno la fortuna di avere un compagno accanto e di poter immaginare un fidanzamento da favola e perché no, magari anche sotto la Torre Eiffel di notte in una giornata serena.
Molti ragazzi vivono di sogni altri un po’ meno ma certamente visitare Parigi sarà una bella scoperta per tutti. Data la mia esperienza posso confermarvi che è realmente uno spettacolo.
Vi racconto un po’ di quello che sono riuscita a visitare in soli tre giorni.
Sono partita giorno 13 per Parigi , qualche giorno prima ci siamo organizzati per le mete da visitare. Come prima tappa abbiamo deciso di dirigerci verso la Torre che era l’edificio che più ci incuriosiva.
La Torre Effeil è circondata da un prato immenso , la musica che si può udire rende il panorama ancora più romantico, ciò che un po’ ha peccato soprattutto in quei determinati giorni è stato il clima ,ha lasciato a desiderare , ma una bella nevicata ha reso le foto ancora più belle.
Andare a Parigi e non guardare l’Arc of Triumph o la Cathédrale Notre-Dame è come andare a Napoli e non mangiare la pizza Napoletana , per questo motivo ovviamente sono andata a visitarle.
Un edificio che mi ha incuriosito molto è stato il Moulin Rouge è la cosa che mi è piaciuta di più in assoluto è stato il Louvre e il Musée Du Louvre, anche perché ho avuto il piacere di conoscere di persona la nostra amata conterranea Gioconda , un quadro di dimensioni non smisurate ma di certo molto attorniata da sguardi italiani e stranieri al tempo stesso.

sabato 16 febbraio 2019

Amsterdam🇳🇱

                                                    

Quando i doveri dimezzano i viaggi raddoppiano, durante le vacanze scolastiche infatti  ho portato avanti  la mia passione , ho organizzato un altro piccolo viaggio nei Paesi Bassi, precisamente ad Amsterdam, ci sono andata innanzitutto per curiosità , quest’ultima dettata dal vociferio della gente di essere una città molto caotica e anche dal fatto che informandomi mi sono accorta che ci sono molti posti interessanti e sicuramente molto gradevoli da visitare. Ho trascorso solamente tre giorni , pochi ma intensi , mi sono data da fare al tal punto che non appena sono arrivata ho visitato il museo di Van    Gogh.
Sono rimasta veramente contenta di averlo visitato perché sono riuscita a capire ciò che è stata la sua vita e su cosa si basa la sua arte. Prima di poter accedere ci hanno fatto dei piccoli controlli e siamo entrati per due orette circa. Per ogni suo quadro ,per ogni sua opera avevamo un paio di cuffie per poter ascoltare cioè che la sua arte avesse da raccontarci in qualunque lingua.













Il secondo giorno ho prenotato un piccolo battello per poter fare un giro nelle acque di Amsterdam , ho visto il Museo della Tecnica, chiamato Nemo, il quartiere abitato dagli Ebrei, un edificio con una struttura particolare somigliante ad una nave ma secondo il pittore sembrava un vaso verso la luce, la Torre della Moneta, il quartiere delle pulci, perché ai tempi era abitato dai barboni, la National Opera chiamata anche la “dentiera di Amsterdam” per avere la forma di un sorriso , ho visitato la casa delle Colonne dove vive il Sindaco e tantissimi altri edifici fantastici!


*National Opera*



             


L’ultimo giorno , dopo essermi svegliata molto presto , di corsa raggiungemmo lo stadio Ajax, il quale grazie ad una guida molto competente sono riuscita a capire cosa fanno i giocatori all’interno di ogni stanza, forse tutto questo non sarebbe stato possibile date le mie conoscenze molto insignificanti del calcio e degli stadi. 
Sono riuscita a raggiungere anche  il piccolo quartiere cinese , molto particolare e carino! E ovviamente per curiosità , se così si può dire ‘involontariamente’ ho visto il quartiere a luci rosse , inevitabile da  guardare dal momento in cui si trova in una delle strade principali di Amsterdam. È stato un bel viaggio , un bel posto , sicuramente da rifare! Molti negozi e molto da vedere e soprattutto mezzi di trasporto puntualissimi e una pulizia da far paura.







mercoledì 9 maggio 2018

Capitale dei party esotici


                                                             

A Bangkok, la capitale della Thailandia non mancano sicuramente occasioni per divertirsi. Capitale in cui regna la trasgressione, il caos, verrai avvolto dalla confusione più totale, ti troverai d’improvviso offuscato da luci al neon, gente strana, pub e club provocanti o tradizionali a non finire, spiagge meravigliose, centri massaggio, villaggi dove potrai divertirti di giorno, centri commerciali , hard rock dove potrai ascoltare musica live e tanto tanto stupore.
Se hai voluto scegliere e raggiungere  questa metà avrai  sicuramente pensato di fare notti piccole e di dormire di giorno come i pipistrelli, se è questo ciò che hai previsto allora ti consiglio un quartiere  molto attivo e movimentato soprattutto dal punto di vista notturno, il Pat Pong , centro turistico più famoso della Thailandia e dove potrai sicuramente trovare il divertimento estremo, ma ovviamente potrai recarti benissimo in delle zone dove puoi divertirti in maniera tranquilla e sana bevendo un bicchiere con amici, potrai ballare pacatamente all’interno di locali di piccole dimensioni con musica non troppo caotica come solito fare nei locali italiani. In Thailandia è molto famosa la tradizione di trovare ragazze o ragazzi travestiti  che fingeranno di essere interessati a darvi delle indicazioni proponendosi come accompagnatori in vostro aiuto, fate molta attenzione perché a fine serata vorranno essere pagati con delle grosse cifre o con tanto altro.
La meravigliosa capitale è ovviamente conosciuta anche per i monumenti da visitare, per le spiagge, per la bellezza dei palazzi reali e soprattutto per i moltissimi templi decorati con la rappresentazione dei Buddha. Alcuni di queste meraviglie sono ad esempio  il Grande Palazzo Reale, che sarebbe la residenza ufficiale del re della Thailandia situato a Phra Nakhon oppure il meraviglioso tempio sacro buddhista, Wat Phra Sri Rattana Satsadaramche che si trova al centro di Bangkok, il Wat Arun che sarebbero una serie di templi buddhisti sempre a Bangkok collocati a destra sul fiume Chao Phraya,il meraviglioso tempio Wat Rong  Khun noto in Italia come il tempio bianco o il tempio d’oro e tanto altro da scoprire e da ammirare.
Se vuoi provare delle avventure meravigliose e sicuramente nuove la Thailandia è sicuramente  il luogo giusto!

Voglia di mare🌊

Dopo un lungo e pieno inverno la voglia dell’estate , del mare , del sole , dei capelli schiariti , degli shorts , delle mezze maniche e del...