mercoledì 9 maggio 2018

Capitale dei party esotici


                                                             

A Bangkok, la capitale della Thailandia non mancano sicuramente occasioni per divertirsi. Capitale in cui regna la trasgressione, il caos, verrai avvolto dalla confusione più totale, ti troverai d’improvviso offuscato da luci al neon, gente strana, pub e club provocanti o tradizionali a non finire, spiagge meravigliose, centri massaggio, villaggi dove potrai divertirti di giorno, centri commerciali , hard rock dove potrai ascoltare musica live e tanto tanto stupore.
Se hai voluto scegliere e raggiungere  questa metà avrai  sicuramente pensato di fare notti piccole e di dormire di giorno come i pipistrelli, se è questo ciò che hai previsto allora ti consiglio un quartiere  molto attivo e movimentato soprattutto dal punto di vista notturno, il Pat Pong , centro turistico più famoso della Thailandia e dove potrai sicuramente trovare il divertimento estremo, ma ovviamente potrai recarti benissimo in delle zone dove puoi divertirti in maniera tranquilla e sana bevendo un bicchiere con amici, potrai ballare pacatamente all’interno di locali di piccole dimensioni con musica non troppo caotica come solito fare nei locali italiani. In Thailandia è molto famosa la tradizione di trovare ragazze o ragazzi travestiti  che fingeranno di essere interessati a darvi delle indicazioni proponendosi come accompagnatori in vostro aiuto, fate molta attenzione perché a fine serata vorranno essere pagati con delle grosse cifre o con tanto altro.
La meravigliosa capitale è ovviamente conosciuta anche per i monumenti da visitare, per le spiagge, per la bellezza dei palazzi reali e soprattutto per i moltissimi templi decorati con la rappresentazione dei Buddha. Alcuni di queste meraviglie sono ad esempio  il Grande Palazzo Reale, che sarebbe la residenza ufficiale del re della Thailandia situato a Phra Nakhon oppure il meraviglioso tempio sacro buddhista, Wat Phra Sri Rattana Satsadaramche che si trova al centro di Bangkok, il Wat Arun che sarebbero una serie di templi buddhisti sempre a Bangkok collocati a destra sul fiume Chao Phraya,il meraviglioso tempio Wat Rong  Khun noto in Italia come il tempio bianco o il tempio d’oro e tanto altro da scoprire e da ammirare.
Se vuoi provare delle avventure meravigliose e sicuramente nuove la Thailandia è sicuramente  il luogo giusto!

On the road

                                                             
                    
Con il termine “on the road” che significa letteralmente “sulla strada” si vuole indicare un viaggio o tutto ciò che accade per strada.
I viaggi in strada e quindi anche in macchina sono i più emozionanti e incredibili. 
Partire in auto ha dei grandissimi vantaggi, puoi goderti il tragitto aldilà della destinazione, puoi portare ció che più ti piace e più ti è utile, puoi benissimo riposare come meglio preferisci o sostare per assaggiare le qualità gastronomiche di ogni città e puoi soprattutto immergerti nei tuoi pensieri guardando il cielo sereno e tempestoso.
Partire su un mezzo a quattro ruote ti da un’adrenalina immensa, delle sensazioni uniche anche per il semplice fatto che puoi immortalare ciò che più ti sta affascinando in quel preciso momento senza chiedere dei permessi o dover dare spiegazioni.
Un esempio di questi viaggi è testimoniato nel romanzo autobiografico di Jack Kerouac intitolato “on the road”, in cui dei ragazzi provenienti dall’America decidono di intraprendere un viaggio in macchina, senza soldi, senza cibo , senza vestiari, completamente spogli di tutto per abbandonare la loro noiosa quotidianità e imbattersi in un futuro e in un’esperienza ricca  a volte di disavventure,incomprensioni, rancori, amori , gioie e tanta voglia di cambiare ,quasi addirittura il mondo.
Questi ragazzi riescono a dimenticare tutto ciò che sta loro attorno entrando in un clima di pura spensieratezza e avventura; durante il viaggio cercano in tutti i modi di divertirsi e di cogliere ogni momento immergendosi nella musica jazz.
Di questo romanzo sono state vendute infinite copie, un libro ispirato dalla “Beat Generation”,un movimento giovanile ,importantissimo in ambito letterario e culturale , in cui il tema principale è il non rispetto per le norme , la voglia di cambiare e disobbedire, di dedicarsi alla religione orientale ,di provare droghe e una nuova sessualità e di mettere in discussione tutto ciò che li circonda andando contro il concetto di materialismo.
Uno dei libri più belli che io abbia mai letto!
Mi sarebbe piaciuto moltissimo essere stata una delle protagoniste o poter avere compiuto un viaggio simile al loro.

Le 10 cose da portare in montagna

                                                           


La montagna è un paesaggio in cui mi piacerebbe moltissimo andare in pieno inverno per poter sciare e camminare tra la neve di giorno , per potermi rilassare bevendo una cioccolata calda di pomeriggio e per potermi riscaldare sotto le coperte di un letto morbido di fronte un focoso camino di sera e il giorno dopo svegliarmi vedendo le finestre ricolme di neve. È proprio così che mi immagino una weekend in montagna.
 Sono stata in montagna solamente una volta e la prima volta  devo dire essere risultata un vero e proprio disastro, per questo motivo proverò ad aiutarvi cercando di non farvi commettere i miei stessi sbagli dandovi alcuni consigli.
Le cose che si fanno per la prima volta sembrano tutte molto difficili ma non è questo di certo il caso, preparati soltanto psicologicamente al freddo che potresti provare o al caldo che non ti saresti aspettato di trovare.
Ecco quali sono le 10 cose fondamentali che devi portare con te in valigia per qualsiasi evenienza.
•Non dimenticare mai di inserire più di una tuta molto pesanti , potrebbe esserci più freddo di quello che tu avevi previsto e potresti sentirti anche male.
•Ricordati di portare un plaid qualora avresti voglia di sdraiarti su un prato o per poterti riscaldare prima di andare a letto.
•La giacca a vento è importantissima per proteggerti dalle raffiche di vento che soffiano in cima ai monti.
•Delle maglie in termocotone per proteggerti dall’umidità e dal calore esterno.
•Porta con te delle scarpe un po’ particolari per non scivolare e rendere il passo più sicuro , chiamate scarpe per il trekking.
•Ti sembrerà banale ma ricordati di uno spray contro gli insetti e le punture di zanzare.
•La crema solare per viso e corpo molto alta per proteggerti dai raggi ultravioletti che in montagna  soprattutto vicino i laghi sono molto più forti perché riflettono la luce del sole.
•Ricordati di portare dei pantaloni che abbiamo delle tasche con cerniere per poterle comodamente utilizzare per conservare soldi, fazzoletti e accessori e chiuderle in maniera sicura.
•Ricorda di portare uno zainetto capiente per poterlo riempire con del cibo o ciò che più potrebbe esserti utile.
E infine:
• Per fare un po’ il belloccio ma allo stesso tempo coprirti il viso e gli occhi dai raggi solari porta con te un bel paio di occhiali.
Ma soprattutto porta con te il cuore e il ricordo di un’esperienza incredibile, viaggiare in montagna è un toccasana per il benessere psicofisico.

martedì 8 maggio 2018

Un viaggio interiore


                                                 

Viaggiare è una passione che solo pochi riescono ad avere, ma fare un viaggio interiore è una cosa che quasi nessuno riesce a fare.

Durante il percorso chiamato “VITA” puoi compiere vari tipi di viaggi, uno tra questi è il viaggio che compi all’interno della tua anima, che ti permette di capire cosa il tuo cuore desidera , chi sei e chi vorresti diventare realmente in un futuro, affinché la tua vita possa definirsi armoniosa e completa.
Molte volte cerchiamo di evadare  dal nostro ambiente sociale , dalle paure che ci tormentano , dalle ansie, dalla monotonia preparando una valigia e allontanandoci,oppure cerchiamo di dimenticare prendendo in mano un cellulare o ascoltando della musica, ma è anche vero che la nostra mente è in continuo fermento e che anche involontariamente alle volte capita di ricordarsi delle situazioni che ci circondano, proprio per questo motivo è importante compiere un viaggio verso l’introspezione che sarebbe il nostro corpo, bisogna capire tutto ciò di cui ha bisogno il nostro cuore e compiere questo viaggio sicuramente non sarà una passeggiata perché potremmo scontrarci con vari ostacoli, il viaggio interiore è un viaggio pieno di domande dove potresti riuscire a trovare delle risposte ma dove potrai allo stesso tempo perderti e incasinarti con le tue stesse mani.
Pochissime persone riescono a dedicarsi del tempo, pochissime provano a conoscersi e poche cercano di risolvere i problemi. Non sempre per viaggiare bisogna allontanarsi migliaia di chilometri e prendere un bagaglio e partire.
Il viaggio più importante che si possa compiere è ritrovare se stessi perchè molte volte sappiamo da cosa stiamo fuggendo ma non sappiamo che cosa stiamo cercando , sta a noi trovare tutto ció che ci rende felici e sereni!

lunedì 7 maggio 2018

Non sai come viaggiare ? Consulta BlogAle

                                                       
                             
Non riesci o pensi di non riuscire a viaggiare ? Non demoralizzatevi è molto più semplice di quello che pensate.
La cosa più importante che devi sapere è che per viaggiare da solo devi avere obbligatoriamente la maggiore età oppure una delega con la firma di entrambi i genitori che ti consentano di viaggiare ma solamente con un accompagnatore al tuo fianco.
Ci sono vari mezzi con cui poter viaggiare , a mio parere l’aereo è il mezzo con cui faccio meno fatica e il mezzo di cui  vi  parleró in questo articolo con i punti più importanti da seguire!
•Se non hai voglia di cercare su internet  i biglietti o non sei capace puoi recarti nelle agenzie viaggi della tua città e chiedere dove vorresti andare , per quanti giorni, se vorresti portare un bagaglio a mano o più bagagli e quindi imbarcarli e sopratutto con quale mezzo, con quale compagnia e quante persone , in tal modo la persona compentente ti darà tutte le informazioni,  e se i biglietti soddisferanno le tue intenzioni e i prezzi che avevi previsto puoi benissimo confermare il viaggio.
• Dopo aver cercato i biglietti e raggiunto la data stabilita del viaggio se in agenzia giorni prima avevi fatto il check-in e il check-out online una volta arrivato in aereoporto dovrai solamente occuparti di fare i controlli  e di procedere verso il gate con un numeretto che troverai in un tabellone. Attendi che il tuo gate apre e prosegui verso l’aereo. Qualora il check-in e il check-out non li avessi fatti online dovrai farli una volta arrivato in aereoporto prima dei controlli previsti. Durante i controlli ricordati di non inserire nella valigia ,se utilizzata come bagaglio a mano, bottigliette contenente qualsiasi bevanda , accessori di ferro e di metallo  e liquidi che superano i 100 ml.
•Dopo aver raggiunto l’aereo dovrai trovare il tuo posto che troverai nel tuo biglietto in alto.
•Dopo esserti accomodato potrai riposare, acquistare da mangiare e da bere e tutto ciò che ti serve, se per sbadataggine hai dimenticato di comprare un regalo puoi benissimo consultare la rivista che sta nel tuo sedile e acquistarlo.
•Arrivato a destinazione dovrai soltanto seguire il percorso e raggiungere l’uscita dell’aeroporto ,se hai imbarcato la valigia dovrai dirigerti verso il “tappetino automatico” con la scritta della città da cui sei partito ed aspettare il ritorno del tuo bagaglio e infine potrai raggiungere l’uscita.
Lo stesso identico percorso dovrai seguire al ritorno. Da qui potrai goderti il viaggio e organizzarne immediatamente un altro. Spero che i miei consigli ti possano essere stati di aiuto.
Vi lascio un link in allegato dove troverete delle buone compagnie aeree. Voli Ryanair

Buona avventura!

martedì 1 maggio 2018

Un viaggio nella terra Elvetica


                                             
             



Sono del parere che certi viaggi si debbano fare durante il periodo di maggiore giovinezza, uno tra questi è quello da cui sono appena tornata.

 Sono tornata da poco da una città che mai mi sarei aspettata potesse essere così incantevole ,a tal punto di definirla città portatrice di pace e serenità, la Svizzera.Quando si ha la fortuna di visitare tanti luoghi diversi ,si è anche capaci di fare dei paragoni gradevoli o sgradevoli che siano. Ho trovato un mondo completamente diverso in cui la cosa più importante è la civiltà. Una città in cui chiunque passa ti saluta con un sorriso in bocca ,una città in cui se per sbaglio dai uno spintone ricevi delle scuse immediate, elementi fondamentali per poter vivere bene , elementi alla base della vita e del rapporto con l’umanità, elementi che ti fanno capire quanto sia bella la vita e come l’odio e la cattiveria siano cose futili e insignificanti. Un viaggio va fatto per poter scoprire oltre le bellezze che riserva anche e soprattutto per stare a contatto con gente dalla mentalità diversa dalla nostra , riuscire a rapportarsi con gente diversa caratterialmente è una tra le forme più importanti di intelligenza insieme alla cultura. Proprio per questo motivo quando viaggio  cerco in tutti i modi di arricchirmi e di prendere da ciò che vedo e ciò che sento il meglio e cerco di capire il peggio per successivamente non doverlo fare!
Della Svizzera o precisamente della città di Lausanne ,città che si trova sul Lago di Ginevra nel cantone francese , oltre alla serenità interiore che la gente riusciva a trasmettere mi è rimasto impresso tutto ciò che ho visto e visitato , sono moltissime ma ne elencherò solamente alcune per non stancarvi.
                                                           

La Place de la Cathédrale ,che sarebbe la Cattedrale della città di Lausanne è l’edificio simbolo del cantone Vaud ,consacrata nel 1275 da Papa Gregorio X, cattedrale in stile gotico costituita da un altissima navata centrale realizzata in questo modo per avere la sensazione di essere più vicini a Dio, proprio per questo motivo misura circa 152 metri.
                                                                 
Un altro luogo tra i più importanti e significanti di Lausanne è il parco di Montebenon  che ospita un edificio importante, il Palazzo di Giustzia di Montebenon; il parco è costituito da più di mezzo chilometro di terreno pianeggiante in cui  i ragazzi e le famiglie decidono di rilassarsi passeggiando o stando sdraiati sul prato ascoltando il battito del cuore della città e guardando il Lago di Lemano e un cielo blu ricco di scie di aerei che atterrano o decollano dal vicino aereoporto di Ginevra. Di fronte il tribunale c'è una grande statua raffigurante Guglielmo Tell  e di lato una piccola fontana che arricchiscono sicuramente la visuale. Inoltre a circa dieci metri c'è il Casinò di Montebenon caratterizzato da un graziosissimo ristorante.
Per completare il mio momento di contemplazione e di relax totale ho deciso di recarmi al lago di Ouchy dove la tranquillità, la lussuosità degli edifici, la spensieratezza di prendere un pedalò o una bicicletta per fare un giro nei dintorni  mi hanno fatto venire una gran voglia di rimanere per sempre in quel luogo seduta sugli scogli ad ammirare l'incantevole paesaggio da cui si intravedono le vette delle Alpi di Savoia.
Spero di ritornarci per poter fare un giro molto più esteso e più completo.
Da questa città ho imparato molto, ho imparato cosa significa realmente amare ciò che ci sta intorno!
                       

martedì 24 aprile 2018

La mia terra!


                                           


Chi ha detto che per visitare luoghi magnifici bisogna percorrere migliaia di chilometri? 

Viaggiare non vuol dire per forza recarsi dall’altra parte del mondo.  
Abitando in Sicilia, ho la possibilità di visitare luoghi incantati, ricchi di storia e leggenda, senza percorrere lunghe tratte.
Recentemente ho visitato Agrigento, una colonia della Magna Grecia, ricca di maestosi monumenti,Ακραγας, in greco,terra che possiede uno tra i più grandi e in ottime condizioni complesso di templi greci. 
Tra le sue rovine riconosciamo il Tempio di Giunone o Hera Lacinia; il Tempio della Concordia, il quale è quasi interamente intatto; il Tempio di Eracle e infine il Tempio di Zeus Olimpio di cui ci sono pervenute solamente della rovine oltre che dei telamoni.
L’esperienza della Valle dei Templi di Agrigento è un’esperienza che solo in pochi considereranno magica. Passeggiare tra più di duemila anni di storia è un’emozione che non coinvolge chiunque. Molti ci andranno ma non vedranno altro che un mucchio di pietre sistemate secondo un ordine un po’ casuale ma altri, invece, coglieranno il loro vero significato e, oltre al ricordo di una mistica passeggiata tra millenni di storia, avranno quella che è volgarmente chiamata pelle d’oca. Perché è questo ciò che provoca la vera arte.
Viaggiate sempre! Viaggiare non solo da un paese all’altro ma anche tra un’epoca e l’altra rende l'uomo più acculturato, e la cultura a sua volta porta la pace e sconfigge l'ignoranza. Immergersi nel passato per giungere a quella che oggi è la società moderna in cui tutto ormai è diverso e forse anche meno bello..!

domenica 15 aprile 2018

Al centro del mondo!


                                 

Tutti i viaggi e le città visitate  vanno ricordate ma in particolar modo rimane impressa nel cuore e nella mente Roma , romantica e instancabile città, la meravigliosa capitale a due passi da noi, al centro del mondo. 

Circa due anni fa sono partita da Gela situata in Sicilia per arrivare nella città papale ,a dir poco incatevole e indescrivibile la magia che ho potuto ricevere in soli 6 giorni . Ho percepito sin da subito l’atmosfera diversa rispetto a tutte le altre città in cui sono stata. Arrivai alle 8 di sera ,ricordo di aver mangiato un panino in fretta e furia per arrivare il prima possibile davanti il Colosseo  e dopo tante foto e tanti stupori decidemmo di fare ritorno verso casa per riposare. Era la mia prima volta a Roma e i miei amici prima di partire  mi avevano preannunciato che fosse così bella ma non pensavo potesse esserlo fino a questo punto, è stata una notte lunga e intensa ,mi misi a letto e continuai ad immaginare quello che avrei potuto vedere il giorno dopo. Il giorno seguente dopo essermi svegliata contentissima decisi  di andare a guardare quello che fino a quel giorno era stato un desiderio ,ovvero la Fontana di Trevi ,circondata da una grande piscina rettangolare; dopo essere arrivati, aver lanciato ed espresso un desiderio nella speranza che si potesse avverare mi rimase sulle labbra un sorriso che portai sino alla fine del viaggio proprio come una bambina quando vede il suo giocattolo o cibo preferito. Nel tardo pomeriggio ci siamo diretti verso il bellissimo parco Savello noto più comunemente come il giardino degli Aranci posto sul colle Aventino da dove si può ammirare San Pietro. Quando il sole stavo ormai per tramontare decidemmo di andare verso il Castel Sant’Angelo, uno dei monumenti di Roma più belli da vedere ,chiamato anche Mausoleo di Adriano e situato nella parte destra del Tevere ,poco distante dal Vaticano.  Finalmente arrivata la domenica mattina decidemmo di andare al Vaticano da dove sarebbe passato il Papa con la sua Papamobile , una macchina unica al mondo che i più piccoli e la gente credente vedono come la macchina di un supereroe . Dopo aver trascorso sei giorni nella massima spensieratezza e felicità era giunto il momento di ritornare a casa con la certezza che sarei ritornata sicuramente e con la malinconia che non mi sarei svegliata in quella città unica, in quella città eterna..Roma!  

martedì 3 aprile 2018

Dalla passione al lavoro, dal lavoro al sogno!



Iniziare per gioco, concludere con amore e per passione.  Si, questo è il mio motto! Comunque vadano le cose iniziare sempre per gioco e con felicità ma terminare tutto con grande amore nel bene e nel male. Un qualcosa di piccolo può sempre trasformarsi in qualcosa di veramente meraviglioso. Ho un sogno, diventare una giornalista di grande fama, so benissimo che non è semplice ma nella vita se si ha un obiettivo bisogna puntare più in alto possibile per poterlo raggiungere, come se dovessi scalare una montagna per raggiungere un qualcosa che vuoi o qualcuno che ami, una volta arrivati all'apice sarà tutto incredibile e la fatica precedentemente fatta svanirà nel nulla. In molti mi domandano :"che lavoro vorresti fare da grande?" Vorrei assolutamente fare la giornalista, non di certo per soldi ma per vari motivi questo lavoro mi affascina, per  un motivo in particolar modo, mi piacerebbe arrivare attraverso la mia passione e quello che spero possa diventare il mio lavoro al mio sogno, mi piacerebbe moltissimo un giorno poter raggiungere un mondo diverso dal nostro, un mondo in cui i piccoli gesti vengono apprezzati e ricambiati, mi piacerebbe un giorno poter diventare un'inviata, una redattrice viaggiante per poter conoscere e far conoscere il Kenya, l'Etiopia, il Sud Sudan, la Somalia, paesi dove oltre 15 milioni di persone sono allo stato pessimo,dove bisognerebbe dare un contributo, una mano per salvare! Ecco come un lavoro coltivato per bene  oltre che aiutare te stesso puó aiutare coloro che hanno bisogno! Qualunque sia il vostro lavoro, viaggiate per far conoscere e per conoscere e se potete viaggiate per aiutare!

lunedì 26 marzo 2018

La cosa che conta:Non come ma dove andare!


               

Di viaggi ne ho fatti molti, per un motivo o per un altro belli tutti, alcuni più comodi altri un po' meno, alcuni divertenti altri alquanto stressanti o addirittura preoccupanti ma insomma la cosa importante è arrivare alla meta sani e salvi!
Esistono diversi mezzi per poter raggiungere e girare il mondo, sicuramente il mezzo più comodo come penserà la maggior parte della gente è  l'aereo ,forse lo è perché in poco tempo riesce a trasportati da un posto ad un altro ma sicuramente non è comodo per quanto riguarda le procedure prima di salire sul mezzo poiché non appena si arriva in aereoporto avvengono una serie di controlli  per motivi di sicurezza alquanto stancanti ,file immense,  sbattimenti assurdi e preoccupazioni fastidiose nel caso in cui non riesci a trovare il gate giusto e magari sbagliando prendi l'aereo per le Maldive, scherzi a parte potresti rimanere in aeroporto e non partire completamente o non conoscere le lingue e rimanere bloccato ore ed ore ad aspettare un italiano,nel nostro caso,  che passi e magari ti dica <Buon giorno vado in macchina,se vuole posso accompagnarla>, diciamo che per viaggiare in aereo devi avere una solida attenzione sino alla destinazione raggiunta.Un mezzo con costi più economici e accessibili è certamente il treno, il mezzo che permette di entrare nel cuore e nella cultura della città, di esplorare tutto ciò che viene prima della meta, di viaggiare con lentezza e di osservare il paesaggio che scorre fuori dal finestrino e i cambiamenti di quest ultimo . A mio parere un mezzo molto accogliente e rilassante anche se non  ideale per chi ha appuntamenti improrogabili, ma eccezzionale per chi viaggia senza vincoli di orari.
Nonostante tutto ciò che conta è dove andare e non come arrivarci!

domenica 25 marzo 2018

Il Belgio

                 

Se viaggiare è un'esperienza meravigliosa, lo è ancora di più viaggiare per recarsi in una città apprezzata in partenza. Come lo è stato per me il Belgio, nazione dell'Unione Europea e dell'Organizzazione del Trattato dell'Atlantico.  Il ventisette Dicembre ho avuto la possibilità di poter visitare Bruxelles, la capitale del Belgio, un luogo molto accogliente con edifici in stile Art Nouveau e con altri monumenti e luoghi d'interesse come ad esempio l'incantevole e maestosa Gran Place, ovvero la piazza storica circondata dalle case delle corporazioni, dal Municipio,chiamato Hôtel de Ville in stile gotico brabantino caratterizzato al vertice dalla statua di San Michele Arcangelo, il santo patrono di Bruxelles e infine dalla Maison du Roi, un edificio destinato alle cariche amministrative del duca Brabante. Si tratta di una delle piazza  da far invidia alle migliori città,un luogo di ritrovo per i giovani che sorseggiando dal boccale di una birra godono beati il panorama. Un altro edificio sicuramente da non trascurare se doveste andare a Bruxelles si trova nel Parco Heysel, si tratta dell'Atomium, un cristallo di ferro alto circa 105 metri, costituito da nove sfere che ospitano nostre, in cui nella sfera più alta hanno realizzato un bellissimo ristorante dal quale è possibile visionare la veduta. Ho anche avuto la fortuna di poter dormire in una casa ad Etterbeek a circa venti metri da un altro imperdibile luogo, il Parco Cinquantenario, in francese Parc du Cinquantenaire, situato nella parte orientale e caratterizzato al centro dall'arco di trionfo, simbolo dell'economia belga, mentre la parte più bassa è costituita dal tempio delle Passioni Umane e dalla Moschea. . Oltre ai pazzeschi edifici da visitare cercate di non perdervi il buonissimo cibo e le buonissime birre che la città riserva, molto probabilmente,  vi confonderete a causa di tantissimi ristoranti con vetrate dalla quale si intravede la prelibatezza dei piatti, ma non preoccupatevi,  nella confusione cercate di provarli tutti!  


Visitare il comune del Belgio in un periodo festivo come Natale con un'atmosfera rilassante ma allo stesso modo ricca di gente e ascoltare le diverse lingue è stato veramente piacevole.  Certamente un viaggio da rifare per poter fare godere i miei occhi da tutto ciò che il Belgio ci fornisce .

Perché viaggiare?


                           
                                

Una parola mille fantasie!
Ci sono tanti motivi per poter essere felici,uno tra questi è viaggiare. Viaggiare non significa soltanto allontanarsi dalla propria dimora, significa conoscere il mondo e le usanze, significa liberare la mente dai mille dilemmi, raggiungere qualcuno che ami o a cui vuoi bene e da cui per vari motivi si è costretti a stare lontani. Viaggiare significa sognare e sognare significa riempire il cuore pieno di gioia e la mente piena di cultura. Fortunatamente esistono i mezzi di trasporto che riescono ad esaudire i nostri desideri e i nostri sogni. Quando compi un viaggio torni diverso perché lo vivi molte volte: quando lo immagini, quando lo vivi e quando lo ricordi. Il viaggio riesce a suscitare tantissime emozioni e sensazioni, l'ansia prima di partire, la voglia di continuare ad esplorare ,la sofferenza nel ritornare e la nostalgia del ricordo.  Viaggiare migliora la vita, prendete ciò che è necessario e viaggiate. Perdetevi nelle meraviglie del mondo.

Capitale dei party esotici

                                                              A Bangkok, la capitale della Thailandia non mancano sicuramente occasioni...